piccola accademia.jpeg

Piccola accademia di poesia

di Elena Mearini 

Costo annuale 2021-22 (settembre-maggio): euro 650 €+IVA
Sconto del 20% per chi segue a distanza tramite Zoom.
Sconto del 15% per chi paga in un'unica rata.

La poesia, da sempre, insegue le tracce della bellezza, scava e rovista tra le cose della realtà alla ricerca di quei segni indelebili e anticipatori che il bello lascia quando passa. 

Nell’orma di una grazia e di uno stupore, la poesia fa sosta e si mette in ascolto. 

L’obiettivo della Piccola Accademia di poesia in collaborazione con La Fabbrica delle Storie, vuole essere quello di allenarsi all’ascolto del bello e delle sue orme. 

Per bello s’intende non solo ciò che illumina e riempie di beatitudine, ma anche ciò che si trascina appresso la fatica, l’ombra e la frana del vivere. 

Il bello della luce e dell’oscurità, il germoglio tra le rovine. 

Il nostro sarà un luogo di attenzione alla realtà, dove lo sguardo imparerà a vedere ascoltando.

Il percorso che proponiamo sarà basato proprio su una didattica dell’ascolto. Leggere le parole e gli sguardi di grandi poeti (da Ungaretti e Montale a Paul Celan, Wislawa Szymborska e molti altri) che hanno saputo dare voce all’indicibile, ascoltare la loro poesia per accoglierla e lasciarla circolare in noi. Ci saranno poi due appuntamenti fissi al mese dedicati a dibattiti sulla poesia e le sue direzioni. Verranno coinvolti autori, editori e poeti, oltre naturalmente al pubblico presente.

Il tema di quest'anno 

Affronteremo quest’anno il grande tema del cambiamento e della trasformazione, quindi le forme diverse di uno sguardo sulle cose a seguito di un evento, un incontro, uno spostamento da un luogo all’altro. Può cambiare l’ambiente circostante e influenzare il nostro sentire, oppure può mutare il nostro percepito interno e riflettersi su ciò che ci sta attorno. Le mutazioni possono avvenire in un arco di tempo più o meno ampio, dall’istante che rivoluziona la vita al decennio che lentamente erode una visione per lasciare spazio all’altra.

Prenderemo in analisi la trasformazione di una società e quella del singolo, la maniera in cui l’universale si relaziona al privato e la loro reciproca influenza. 

La poesia, più di ogni altra espressione artistica, riesce a ricreare, scompone le cose per restituire loro forma inedita. E’ quindi atto trasformativo che annuncia un continuo divenire.

 

Particolare attenzione verrà data ai poeti italiani che vanno dalla seconda metà del 900’ ad oggi. Uno sguardo attento quindi alle voci più prossime a noi e alla nostra epoca.

Tra gli autori che tratteremo : 

Umberto Saba- Cesare Pavese – Chandra Candiani- Maria Luisa Speziani- Ada Negri - Amalia Rosselli - Giovanni Giudici - Piero Bigongiari - Alfonso Gatto - Mario Luzi - Alexandra Petrova - Michail Ajzenberg.


 

Come sempre, alla parte teorica verrà affiancata quella pratica con esercizi da svolgere durante la lezione.


 

Con Marco Saya si proseguirà lo studio sulla metrica e neometrica, approfondendo in maniera dettagliata le fasi di analisi del testo poetico, la funzione e l’uso della punteggiatura e la resa della musicalità.


 

Con Angelo De Stefano cominceremo poi l’analisi delle relazioni tra correnti filosofiche e poetiche, soffermandoci sullo sguardo, il corpo, il linguaggio. Ci muoveremo nei paraggi della scrittura, cercando di capire cosa ci spinge verso la parola e quali sono le resistenze che potremmo ( o dovremmo) incontrare.

Gli iscritti alla Piccola Accademia di poesia potranno partecipare al laboratorio poetico che si svolge due sabati al mese da ottobre a maggio dalle 14.30 alle 18. Le docenze saranno condotte da Elena Mearini con la collaborazione dell’editore Marco Saya e del poeta Angelo De Stefano.  Saranno poi ospiti, durante il laboratorio, alcuni nomi noti della poesia italiana. Il primo anno dell’Accademia  si è avvalso di contributi da parte di nomi come Giancarlo Pontiggia, Sonia Caporossi, Davide Grittani e Nicola Manicardi tra gli altri.

Con il supporto di Morellini Editore, verrà realizzata a fine percorso un’antologia che raccoglierà una selezione dei migliori componimenti realizzati dagli allievi, oltre a una serie di contributi di approfondimento scritti dai docenti.

Intenti e visone dell’Accademia

Premettiamo che la poesia non la si può insegnare al pari di altre forme d’arte: la poesia la si può solo “frequentare” e/o “vivere”. 

Quando parliamo di poesia usiamo le espressioni “fare” poesia, oppure “laboratorio” di poesia per sottolineare l’immediatezza e l’operatività del percorso da proporre ai partecipanti, in cui la poesia non si spiega né si impara, ma si pratica e si sperimenta insieme. 

Fare poesia deve dunque essere prima di tutto un’attività che faccia acquisire ai partecipanti familiarità con il testo poetico e li conduca verso una sua fruizione graduale, attenta e consapevole. 

Il percorso didattico comprende gli elementi del testo poetico, il linguaggio, il ritmo e la musicalità della poesia, individuando gli elementi caratterizzanti il testo poetico e la sua comprensione. 

Ogni allievo sarà seguito nella composizione dei singoli testi in maniera tale che la sua voce poetica e il suo stile possano maturare una soddisfacente efficacia espressiva. 

Ad una prima parte teorica, seguirà quindi sempre una parte pratica con il sostegno e la successiva verifica dei docenti.

Obiettivo finale: la pubblicazione  di un’antologia che racchiuda una selezione dei testi poetici realizzati durante il primo anno di accademia, a cura di Morellini editore.

Per info costi e iscrizioni scrivere a info@morellinieditore.it: verrà richiesta la compilazione di un modulo di iscrizione e concordate le modalità di pagamento (possibile suddivisione del pagamento in tre rate).

 

DATE

25 settembre

9 ottobre

23 ottobre

6 novembre

20 novembre

4 dicembre

18 dicembre

15 gennaio

29 gennaio

12 febbraio

26 febbraio

12 marzo

26 marzo

9 aprile

23 aprile

7 maggio 

21 maggio